Mappa del Sito
News dall'accademia
12/ott/2016 - 28/ott/2016

Ciclo di conferenze "Architettura, città e Stato.

La Consulta e le architetture del Quirinale nell'opera di Ferdinando Fuga"


Il Palazzo della Consulta che attualmente ospita la Corte costituzionale della Repubblica italiana, fu costruito tra il 1732 e il 1737 dall’architetto Ferdinando Fuga su incarico di papa Clemente XII Corsini che all’inizio del suo pontificato lo aveva nominato architetto dei Sacri palazzi apostolici. In questa carica Fuga fu protagonista non solo del progetto e della costruzione del Palazzo della Consulta, il più grande mai costruito ex novo per funzioni pubbliche nella Roma moderna, ma anche di una serie di importanti interventi ordinatigli sempre da Clemente XII nell’area del Quirinale: dalla definitiva configurazione delle quinte della piazza con l’ultimazione delle Scuderie, all’ultimazione del palazzo pontificio con il palazzetto del Segretario delle Cifre al termine della Manica Lunga, tutti compiuti durante il pontificato Corsini, nonché della costruzione della Coffee House nei giardini del Quirinale, su commissione di Benedetto XIV Lambertini (1741-1743).

La ricorrenza del sessantesimo anno dell’insediamento della Corte costituzionale nel palazzo settecentesco è l’occasione di un progetto curato di concerto con l’Accademia Nazionale di San Luca, tendente a valutarne la straordinaria importanza come esempio organico di architettura pubblica in rapporto al suo monumentale contesto urbano, ma anche per una riflessione dell’attività di Fuga come architetto statale, poi proseguita a Napoli al servizio di Carlo III di Borbone.

A questo proposito saranno organizzati una serie di "incontri d'Arte" affidati a affermati studiosi, specialisti dell'arte e dell'architettura, membri dell’Accademia Nazionale di San Luca.

 

PROGRAMMA

12 ottobre 2016, ore 18.00

Il Palazzo della Consulta: forma e funzione di una istituzione

Paolo Portoghesi
 

20 ottobre 2016, ore 18.00

Opere d’arte nel Palazzo della Consulta

Claudio Strinati

Ferdinando Fuga architetto della Consulta. Disegno e funzione nel Settecento

Tommaso Manfredi

Un disegno dell'architettura italiana

Francesco Moschini

 

27 ottobre 2016, ore 18.00

Consulta - Quirinale - Roma. Palazzo, piazza e un briciolo di città nelle vedute

Jörg Garms

I disegni di Ferdinando Fuga per il Palazzo della Consulta

Maria Antonella Fusco

La creazione di una “place royale” sul Quirinale. Le scuderie pontificie e il palazzetto del Segretario delle Cifre di Ferdinando Fuga

Elisabeth Kieven

 

La partecipazione agli incontri è esclusivamente con invito.

 

Altri riferimenti

 

 video Nam 

>Presentazione dell'iniziativa - 29 settembre 2016

 

Ciclo di conferenze a Palazzo della Consulta: 12/20/27 ottobre 2016

Architettura, città e Stato | La Consulta e le architetture del Quirinale nell'opera di Ferdinando Fuga

L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.