Mappa del Sito

PIERRE ROSENBERG

Benemerito, accademico dal 1995

Pierre Rosenberg è nato a Parigi nel 1936. Conservatore generale del patrimonio, è stato presidente-direttore del Museo del Louvre dal 27 ottobre 1994 al 2001. Specialista della pittura e del disegno del XVII e XVIII secolo francesi e italiani, ha organizzato numerose mostre in Francia e in USA. Le più importanti per le quali ha curato anche il catalogo: "Chardin", Parigi, Cleveland, Boston 1979; "Watteau", Parigi, Washington, Berlino 1984-85; "Subleyras", Parigi, Roma 1987. "Fragonard", Parigi, New York 1987-88; "La Hyre", Grenoble, Rennes, Bordeaux 1988; "Poussin", Parigi, Londra 1994. Ha studiato Diritto alla Faculté de Droit di Parigi e Storia dell'arte all'Ecole du Louvre. Ha ottenuto la borsa Focillon alla Yale University. Nominato assistente al Dipartimento di Pittura del Louvre nel 1962, promosso conservatore e poi conservatore in capo nel 1982 è stato nominato Capo Dipartimento per le pitture nel 1987. Dal 1981 al 1993 è stato conservatore del Museo Nazionale della Cooperazione franco-americana a Blérancourt. Autore di numerosi articoli e opere tradotti in varie lingue su Chardin, Il Seicento Francese, Georges de La Tour, La Donation Baderou au Musée di Rouen, Peyron, Le journal de voyage en Italie de l'Abbé de Saint-Non. Con la casa editrice Leonardo Arte in collaborazione con L.A. Prat ha intrapreso la redazione del catalogo ragionato dei disegni di Poussin, Watteau, David, Fragonard e Ingres. I cataloghi relativi a Poussin e Watteau sono stati pubblicati nel 1994 e nel 1996; quello su Poussin ha ricevuto il Premio della Societé d'étude du XVII siècle. Già presidente del Comité français d'Histoire de l'Art, è impegnato per l'insegnamento della storia dell'arte nelle scuole secondarie e per la creazione dello Institut National d'Histoire de l'art. Presidente de la Société de l'histoire de l'art Français, è stato invitato presso l'Institute for Advanced Studies di Princeton e la Cambridge University come Slade Professor. Nella primavera del 1996 ha tenuto le "Mellon lectures" presso la National Gallery of Art di Washington. Dal 1995 è membro dell'Académie Française.

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.