Mappa del Sito

LAURA THERMES

Architetto, accademico dal 2009

nasce nel 1943 a Roma. Dal 1989 è professore ordinario di Composizione Architettonica a Reggio Calabria e dal 1999 coordinatore del Dottorato di Progettazione Architettonica e Urbana da lei stessa istituito. Dal 2002 è responsabile scientifico dei Laboratori Internazionali di Architettura - LidA - che si svolgono ogni anno in un centro del Meridione in stretto rapporto con le amministrazioni locali, fornendo contributi progettuali su specifiche problematiche urbane. Visiting professor negli Stati Uniti d’America e in Mozambico, tiene lezioni e conferenze, oltre che in Italia, in molte città europee ed extra europee. Oltre che nella progettazione architettonica urbana e nella ricerca compositiva, è attiva nel campo della teoria e si è occupata, a partire dal suo trasferimento universitario a Reggio Calabria, delle problematiche delle città meridionali. Suoi scritti sul progetto urbano sono stati raccolti in Scritti teorici. Tempi e spazi. La città e il suo progetto nell’età posturbana (Roma, 2000). L’attività didattica è stata oggetto della recente pubblicazione Laura Thermes. Progetti per il Sud. Centonove tesi di laurea in progettazione architettonica e urbana 1990-2005, a cura di F. Ciappina, G. Scarcella, A. Russo (Padova, 2008). Dal 1966 Franco Purini e Laura Thermes hanno dato origine a un lungo e produttivo sodalizio segnato da un’intensa attività progettuale fortemente votata alla sperimentalità sui temi del progetto in rapporto alla rappresentazione, alla città e al paesaggio. L’attività congiunta dei due progettisti è espressa in un numero consistente di progetti e di concorsi, documentati su riviste internazionali e nelle principali mostre di architettura. Laura Thermes è membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 2009.

 

Link interni:

"La collezione delle opere dei maestri accademici contemporanei"

 
Opere dell'Autore:

  

 

Link esterni:

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.