Mappa del Sito

GETULIO ALVIANI

 

Pittore, accademico dal 2009

Nasce nel 1939 a Udine. Vive a Milano. La sua formazione è stata vicina a maestri come J. Albers, K. Wachsmann e M. Bill che, nel clima del Bauhaus, hanno iniziato a dare all'arte del fare un ruolo scientifico. In ogni aspetto del suo lavoro Alviani ha condotto la costruzione del visivo in un ambito ben determinato di regole, di rapporti, di ragioni: «Nella mia mente tutti i concetti, le sensazioni, le idee prendevano la forma di punti, segmenti, linee, colori, volumi, pesi e rapporti a livello geometrico elementare, dinamici nel loro svilupparsi... i sensi non contaminati hanno proporzioni matematiche». Negli ultimi anni ha curato testi ed esposizioni dedicati ai maggiori protagonisti dell’arte esatta e di ricerca e ha proseguito a realizzare progetti di architettura. Dalla sua prima personale nel 1961 presso la Mala Galerja di Lubiana, ha tenuto mostre personali in varie parti del mondo sino all'antologica alla GAMeC di Bergamo nel 2004. Ha partecipato a molte esposizioni internazionali in Italia e all'estero; nel 1964 è stato invitato alla Biennale di Venezia, nel 1965 a "The Responsive Eye" al Moma di New York; nel 1965 espone ad Amsterdam, Buffalo e Tel Aviv. Nel 1968 partecipa a "Documenta 4" a Kassel sino alla presenza a "Open Ends" al MoMa di New York tra gli artisti che meglio rappresentano gli ultimi cinquant'anni di storia dell'arte. Dal 1981 al 1985 ha diretto il Museo d'Arte Moderna Jesú Soto di Ciudad Bolivar in Venezuela, allora consacrato all'arte costruttiva. Membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 2009, muore a Milano il 24 febbraio del 2018.

 

Link interni:

"La collezione delle opere dei maestri accademici contemporanei"

 
Opere dell'Autore:
 
 

 

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.