Mappa del Sito

CLAUDIO STRINATI

 

Cultore, accademico dal 2016

Claudio Strinati nato a Roma il 17 settembre 1948 è un critico e docente d’ arte. Laureato a Roma in Lettere presso l’ Università la Sapienza nel 1970, è stato subito dopo titolare di una borsa di studio concessa dall’ Accademia Nazionale di San Luca. Negli anni settanta è stato insegnante di storia dell’ arte nei Licei pubblici statali. Successivamente è stato dipendente del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e, negli anni ottanta, docente a contratto di Legislazione dei beni culturali  presso l’ Università degli Studi di Udine. Tra il 2000 e il 2010 ha fatto parte del Comitato scientifico del Museé du Luxembourg a Parigi, su designazione del Senato francese. In quella veste ha collaborato all’ organizzazione di numerose mostre tra cui, quale curatore, l’ esposizione dal titolo et Raphael Grace et Beauté. Successivamente è stato nominato docente di Antropologia ed Estetica presso l’ Università san Raffaele a Milano/Roma. E’ membro dell’ Istituto nazionale di Studi Romani e del Gruppo dei Romanisti; è Ufficiale al merito della Repubblica italiana ed è insignito della Legion d’ onore della Repubblica francese. Fa parte, su designazione del Ministro dei beni culturali, del Consiglio di Amministrazione delle Gallerie Nazionali d’ arte antica di Roma. Fa parte altresì del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico. E’ Direttore scientifico della Fondazione Sorgente Group. 
Collabora con il quotidiano Il Messaggero, con RAI 5, con l’ Auditorium Parco della Musica in Roma, con il Teatro di Roma e con il Festival dei 2 mondi di Spoleto, come divulgatore e conferenziere. Collabora altresì con il Giornale dell’ Arte. Tiene un Blog sull’ Uffigton Post. Fa parte del Comitato scientifico della rivista “Art e Dossier”.
E’ stato presidente del Comitato Nazionale, istituito dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per le celebrazioni del sesto centenario della nascita di Andrea Bregno, insigne scultore del Rinascimento romano, curando, ( insieme con Claudio Crescentini) il volume commemorativo “Andrea Bregno. Il senso della forma nella cultura artistica del Rinascimento”, Firenze 2008.
Ha diretto la collana Storia dei Giubilei, pubblicata in cinque volumi dalla Giunti editrice di Firenze tra il 1996 e il 2000. Con il suo libro “Il mestiere dell’ artista”, Sellerio Palermo 2013 ha ottenuto il premio Capalbio. E’ autore di numerosi saggi e articoli nel campo della storia dell’ arte italiana tra il Rinascimento e il Novecento.
Ha progettato e realizzato varie mostre in Italia e all’ estero, tra cui particolarmente significativa quella sul Caravaggio nel 2010 tenuta alle Scuderie del Quirinale ( di cui ha curato anche il relativo catalogo edito da Skira) in occasione del quinto centenario della morte dell’ artista, con notevole successo di pubblico e di critica. È accademico cultore di San Luca dal 2016.

 

Link interni:

 
 

Foto Claudio Strinati copyright Masha Sirago

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.