Mappa del Sito

ERNESTO PORCARI

 

Scultore, accademico dal 2017

Ernesto Porcarci nasce a Nora (LT) nel 1951 e vive e lavora a Roma. Dopo la laurea in medicina, negli anni Settanta dà avvio alle sue prime sperimentazioni nell'ambito pittorico come autodidatta e nel 1982 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Roma dove frequenta il corso d'incisione diretto da Guido Strazza. La scoperta delle qualità del segno grafico esercita una forte influenza sul suo lavoro che, attraverso l'assidua sperimentazione tecnico-materica, lo porta ad adottare, in pittura, materiali eterogenei e contrastanti quali cartapesta, plastica e filo di ferro. La costante sperimentazione di tecniche e materiali, l'interesse per la superficie e per lo spazio e la frequentazione con Carlo Lorenzetti, fanno sì che le forme e i temi che caratterizzano il lavoro di Porcari approdino alla scultura. L’artista impiega inizialmente ferro, rame o alluminio abbinati a stucco o cartapesta per poi, dopo la metà degli anni Novanta, utilizzare in via esclusiva il ferro:lavorato, battuto e saldato, con questo materiale Porcari assembla lamiere filiformi che forgiano forme naturali, realizzando opere che disegnano aggraziate forme nello spazio. Espone in numerose mostre collettive e personali e 1999 vince il concorso nazionale per la realizzazione di un'opera monumentale a Roma. A Matera è tra gli artisti del “Periplo della scultura italiana contemporanea 2” nelle Chiese rupestri di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci in occasione de Le Grandi Mostre nei Sassi nel 2000.
[tratta da www.musma.it] 

 

 

 

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.