Mappa del Sito

ALBERTO FERLENGA

 

Architetto, accademico dal 2019

Nasce a Castiglione delle Stiviere nel 1954. Si laurea in Architettura a Milano nel 1980.  Dal 1981 al 1991 è redattore di Lotus International e poi di Casabella, dal 1993 fino al 2011. Nel 1985 vince il Leone di Pietra della Biennale di Venezia, diretta da Aldo Rossi.  La sua carriera universitaria si svolge tra il Politecnico di Milano, l’Università Federico II di Napoli, e lo IUAV di Venezia, dove viene chiamato nel 1999, e dove dal 2009 al 2015 dirige la Scuola di Dottorato e dal 2015 è Rettore. Quindici anni fa ha fondato il seminario Villard  e il dottorato internazionale Villard de Honnecourt. Tra le sue pubblicazioni: “Africa, guida alle città romane del Nord Africa” per le edizioni Clup, le monografie Electa su Aldo Rossi, Dimitri Pikionis, Hans van Der Laan, Joze Plecnik, i tre volumi dell’ “Architettura del Novecento” (con M. Biraghi), per Einaudi, il volumetto “Le strade di Pikionis” per Lettera 22 e quello “ Città e memoria” per Marinotti Edizioni. Invitato ad insegnare in numerose università del mondo ha vinto numerosi concorsi e realizzato opere d’architettura pubblicate sulle principali riviste. Nel 2012 ha curato la mostra “L’architettura del mondo”, per la Triennale di Milano di cui è stato fino al 2017 responsabile per il settore architettura e territorio, nel 2015, sempre in Triennale, cura la mostra “Comunità Italia” (con M. Biraghi) e nel 2018 (con Nina Bassoli) la mostra “Ricostruzioni”. È membro dell'Accademia Nazionale di San Luca dal 2019.

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.