Mappa del Sito

ARNALDO POMODORO

 

Scultore, accademico dal 1989

Nasce nel 1926 nel Montefeltro, vive l'infanzia e la formazione presso Pesaro. Studia Architettura e, come suo fratello Giò, esordisce come disegnatore, decoratore ed artigiano del metallo. Negli anni insegna nei dipartimenti d'arte delle università americane: alla Stanford University, a Berkeley, al Mills College. Nel 1996 costituisce la Fondazione Arnaldo Pomodoro, che nel 2005 ha iniziato la sua attività espositiva nella sede di Via Solari 35 a Milano. Nel 1954 si trasferisce a Milano. Le sue opere degli anni Cinquanta sono altorilievi dove emerge una scrittura inedita nella scultura. Passa al tuttotondo nei primi anni Sessanta e poi alla grande dimensione. Espone nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo tra cui: la Rotonda di via Besana a Milano (1974), il Forte Belvedere di Firenze (1984), i Giardini del Palais Royal (2002), nel centro cittadino di Lugano (2004), lungo la cinta muraria di Paestum (2005), Palazzo Magnani di Reggio Emilia (2006), la Fortezza del Priamar di Savona (2007).  Inoltre presenta mostre itineranti nei più importanti musei americani. Le sue opere sono in grandi piazze (Milano, Copenaghen, Brisbane, Los Angeles, Darmstadt), al Trinity College a Dublino, nel Cortile della Pigna dei Musei Vaticani, nel piazzale delle Nazioni Unite a New York e nelle raccolte pubbliche maggiori. Negli anni si dedica anche alla scenografia con macchine spettacolari in grandi occasioni teatrali italiane; da ultimo realizza le scene e i costumi per l'opera "Teneke" di F. Vacchi messa in scena in prima assoluta al Teatro alla Scala (2007) con la regia di E. Olmi e la direzione di R. Abbado. Riceve numerosi riconoscimenti ufficiali a San Paolo del Brasile (1963), a Venezia (1964), a Pittsburgh (1967), il Praemium Imperiale a Tokyo (1990), la Laurea honoris causa in Lettere nell'Università di Dublino (1992) e quella in Ingegneria edile-Architettura dell'Università di Ancona (2001), il premio alla carriera dell'International Sculpture Center (2008). È membro dell'Accademia Nazionale di San Luca dal 1989.

 

Link interni:

"Per una collezione del disegno contemporaneo"
 
Opere dell'Autore:
 
 
 

 

 

Link esterni:

> arnaldopomodoro.it    > fondazionearnaldopomodoro.it

 

Altri link:

> ffmaam

 

                       

                       

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca