Mappa del Sito

ELISEO MATTIACCI

 

Scultore, accademico dal 1999

Nasce nel 1940 a Cagli, dove nel 1987 fonda il Centro per la Scultura Contemporanea. Prima mostra nel 1961, una collettiva dedicata ai giovani artisti della GNAM di Roma dove presenta Uomo Meccanico. Nel 1964 si stabilisce a Roma; prima mostra personale alla Galleria La Tartaruga (1967) per la quale realizza Il Tubo. Dal 1968 il suo lavoro si accentra intorno ai temi del peso e dell’equilibrio instabile: nascono così Bilico, Tensione con pietra, Contrasti di Peso e Calamita e Trucioli. All’inizio degli anni Settanta  il suo lavoro insiste, influenzato dall’Arte Concettuale, sulla presenza fisica del corpo in opere come: Assistere intensamente al processo di crescita, Radiografia ossea del proprio corpo. Partecipa a diverse tra le più importanti rassegne nazionali ed internazionali tra cui: la Biennale di Parigi (1967); “Prospekt 69” alla Stadtishe Kunsthalle di Düsseldorf (1969), la Biennale di Venezia con sala personale (1972, 1988), “Sculture in Villa” a Villa d’Este a Tivoli (2006). Negli anni presenta numerose personali tra cui, le più importanti: alla Galleria L’Attico di Roma (1968), alla Galleria Alexandre Jolas a Parigi (1969), alla Galleria Franco Toselli di Milano (1971), al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano (1981), al Parco di Miramare e al Castello di San Giusto a Trieste (1987), alla Galleria Civica di Modena (1988), al Museo di Capodimonte a Napoli (1991), presso la Fondazione Prada di Milano (1993), al Centro per le Arti Visive di Pesaro (1996), al Palazzo Ducale di Urbino (1999), ai Mercati di Traiano di Roma (2001). Tra le opere permanenti in spazi pubblici realizza: Equilibrio compresso sullo sperone della Rocca di San Gimignano (1955), Ordine a Villa Glori a Roma (1997) e cinque grandi sculture nei nuovi spazi dell’aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara (2007). Tra i riconoscimenti ufficiali: il premio speciale conferito dal TheHakone Open AirMuseum di Tokyo per la scultura Dove circolano le idee (1955). È membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 1999. Si è spento il 25 agosto del 2019.

 

Bibliografia scelta:

F. D’Amico, E. Mattiacci (a cura di), Eliseo Mattiacci. Microcosmo, catalogo della mostra alla Fattoria di Celle di Pistoia (2000-2001);
G. Briganti, B. Corà (a cura di), Eliseo Mattiacci. Equilibri precari quasi impossibili, catalogo della mostra al Museo di Capodimonte di Napoli (1991);
N. Cardano (a cura di), Sculture in villa, catalogo della mostra a Villa d’Este di Tivoli (2006), (con testi di A. M. Affanni, G. De Marchis, M.V. Marini Clarelli, F. Moschini), De Luca Editori d’Arte, Roma 2006.

 

Link interni:

"Per una collezione del disegno contemporaneo"
 
Opere dell'Autore:
 
 
 
 
 
Link esterni:
 
 

 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.