Mappa del Sito

NUNZIO DI STEFANO

 

Scultore, accademico dal 2008

Nasce nel 1954 a Cagnano Amiterno, in Abruzzo. Si trasferisce a Roma, città dove vive e lavora, per studiare presso l’Istituto e l’Accademia di Belle Arti. Nel 1977 si diploma in Scenografia con T. Scialoja. È tra gli artisti che stabiliscono il proprio studio nell’ex pastificio Cerere, nel quartiere romano di San Lorenzo, che diventa un centro vitale della cultura artistica cittadina ed internazionale. Insieme a D. Bianchi, B. Ceccobelli, G. Dessì, G. Gallo e P. Pizzi Cannella dà vita alla Scuola di San Lorenzo. In questi anni realizza forme irregolari in gesso ed opere in legno e in lamine colate di piombo organizzate in forme regolari. Espone per la prima volta alla Galleria Spazio di Bolzano (1981), in seguito presenta la sua prima personale romana alla Galleria L’Attico (1984) dove torna ad esporre nel 1986 e nel 1988. Partecipa a diverse tra le più importanti rassegne nazionali ed internazionali tra cui: “Ateliers” al Pastificio Cerere a Roma (1984), “Italie aujourd’hui” al Centre National d’Art Contemporain di Nizza (1985), “Nuove trame dell’arte” a Gennazzano, “Anniottanta” ad Imola, Ravenna e Rimini, “La nuova scuola romana” alla Galerie Bleich-Rossi di Graz, la Biennale di Venezia, nella sezione “Aperto” (1986), la Quadriennale di Roma (1986), “Geometrie Dionisiache” alla Rotonda di via Besana aMilano (1988), “Ottanta-Novanta” a Monreale (1992), “Cose d’Arte per Casa d’Arte” presso la A.A.M. Architettura Arte Moderna di Roma (1995), “Partito Preso: L’architetto e l’artista a confronto su un tema emblematico. L’ampliamento di spazi e funzioni della GNAM” a Roma (1996-1997). Negli anni presenta numerose personali in Italia e all’estero tra cui le più importanti: alla Civica Galleria d’Arte Moderna di Modena (1987) e alla Galleria dell’Oca di Roma (1991) dove espone una serie di opere astratte su carta. A conferma della critica del suo percorso artistico riceve diversi riconoscimenti ufficiali tra cui: il Premio 2000 per il miglior artista giovane alla sezione “Aperto” della Biennale di Venezia (1986) e il Premio Presidente della Repubblica per la Scultura (1998) su designazione dell’Accademia Nazionale di San Luca di cui è membro dal 2008.

 

Bibliografia scelta:

G. Drudi (a cura di), Nunzio Di Stefano, catalogo della mostra alla Galleria Spazio di Bolzano (1981);
G. Briganti (a cura di), Nunzio: 11 Sculture, catalogo della mostra a Roma (1984);
D. Eccher (a cura di), Nunzio, catalogo della mostra a Roma (2005), Electa, Milano 2005.
 

Link interni:

"Per una collezione del disegno contemporaneo"
 
Opere dell'Autore:
 
 
 
 
 
Link esterni:
 

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.