Mappa del Sito

JOACHIM SCHMETTAU

Scultore, accademico dal 2005

Nasce nel 1937 a Bad Doberan in Germania. Dal 1945 vive e lavora a Berlino. Dal 1955 al 1960 studia alla Hochschule der Kunste di Berlino. Nel 1961 è allievo di L.G. Schrieber. Dal 1967 al 1972 fa parte del gruppo Aspekte svolgendo ricerche vicine al realismo. Dal 1971 al 2002 insegna presso la Hochschule der Kunste a Berlino. Negli anni partecipa a diverse tra le più importanti rassegne nazionali ed internazionali tra cui: la XIII Mostra della Neuen Darmstädter Sezession di Darmstadt (1963), “Positionen des Realismus” alla Galerie Eva Poll di Berlino (1987), “15 Berliner Kunstler in Brasilien” a Rio de Janeiro (1987), “Professorinnen und Professoren der Fakultät Bildende Kunst” alla Berlinische Galerie a Berlino, la Biennale di Carrara (1969, 1996, 2006), dove, nel 2000, espone l’opera Dalla parte del muro. Presenta inoltre numerose mostre personali, tra cui le più importanti: alla Galerie Strecker a Berlino (1968), “Plastik und Zeichnunge” alla Kunsthalle di Mannheim (1970), alla Universitätsbibliothek Freiburg a Brückenplastiken (1978), ancora a Berlino alla Neuer Berliner Kunstverein (1987), alla Galerie Mitte (2000), alla Galerie Eva Poll (1993, 2002), dove torna con “Neue Skulpturen” (2002) e “Skulpturen und Architekturmodelle” (2007), alla Kunstverein Wiligrad a Lübstorf (2002), alla Emsdettener Kunstverein (2006), alla Galerie der Kunststiftung Poll di Berlino (2007). Tra le personali presentate in Italia negli ultimi anni le mostre alla Galleria Maggiore di Bologna (1995), nella Galleria Il Vicolo (1995), “Disegni di Joachim Schmettau” alla spazio Olim di Bergamo (2008). Sue opere sono presenti in importanti collezioni pubbliche tra cui la collezione KEOM del Karl Ernst Osthaus Museum di Hagen. Tra gli interventi scultorei permanenti collocati in contesti urbani realizza: la fontana Erdkugelbrunnen nella Breitscheidplatz a Berlino (1982-1984). Tra i riconoscimenti al suo percorso artistico si segnalano: Primo Premio per la scultura “Das Bildnis” da parte del Karl Hofer Gesellschaft di Berlino (1966), il Premio del Fiorino di Firenze (1971, 1978), il Premio “Grosser Berliner Kunstpreis” di Berlino (1977), il Premio “Dusseldorfer Kunstpreis” di Dusseldorf (1980). È membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 2005.

Bibliografia scelta: Joachim Schmettau. Plastik und Zeichnunge, catalogo della mostra alla Kunsthalle di Mannheim, a cura di H. Fuchs (1970).

 

Link interni:

"Per una collezione del disegno contemporaneo"
 
 
Opere dell'Autore:

  

  

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.