Mappa del Sito

RICCARDO TOMMASI FERRONI

Pittore, accademico dal 1982

Nasce nel 1934 a Pietrasanta, muore nel 2000 a Pieve di Camaiore. Figlio d’arte nel solco di una tradizione familiare risalente alla fine del XVII secolo si forma ereditando dal padre, Leone, la passione per il lavoro artistico e per il disegno. Frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze e l’Accademia di Belle Arti. La formazione umanistica è ben evidente nelle sue opere: soggetti mitologici, alternati a temi letterari classici all’interno di una ricerca assolutamente figurativa. Vive a Roma dalla fine degli anni Cinquanta (1957-1958) al 1987, anno in cui ritorna in Versilia. Partecipa a diverse tra le più importanti rassegne nazionali ed internazionali tra cui: la Quadriennale di Roma (1965, 1972, 1986), la Biennale d’Arte Contemporanea di Parigi su invito di F. Bellonzi (1965, 1986), la Biennale di Venezia con sala personale (1982). Negli anni Settanta dipinge opere condizionate dal suo grande interesse per la pittura del XVII secolo e si moltiplicano le esposizioni in Italia e all’estero. Il suo ultimo lavoro risale al 2000 quando gli viene commissionata dalla Biblioteca Apostolica Vaticana la Carta Monumentale di Roma per il Giubileo, le cui incisioni sono state pubblicate dalla Stamperia Vaticana in edizione limitata. Sue opere sono presenti nella chiesa di Santa Maria del Popolo e di Santa Maria in Montesanto a Piazza del Popolo e nella chiesa di Santa Maria in Vallicella a Roma. A conferma della critica del suo percorso artistico ottiene diversi riconoscimenti per la pittura e per la grafica. È membro dell’Accademia Nazionale di San Luca dal 1982.

 

Link interni:

"Per una collezione del disegno contemporaneo"
 
 
Opere dell'Autore:
> Studio per Deposizione, 1998

     

Link esterni:

riccardotommasiferroni.com

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.