Mappa del Sito

MASSIMO CARMASSI

Architetto, accademico dal 1999

Nasce a San Giuliano Terme nel 1943. Si laurea presso la facoltà di Architettura di Firenze nel 1970. Nel 1974 fonda l'Ufficio Progetti della Città di Pisa, che dirige sino al 1990. È Presidente dell'Ordine degli Architetti di Pisa e Provincia dal 1981 al 1985. È attualmente  professore ordinario di Progettazione architettonica e urbana presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV). Ha precedentemente insegnato Progettazione architettonica presso le facoltà di Architettura di Ferrara, Genova, Torino, Reggio Calabria, all'Accademia di Architettura di Mendrisio (Università della Svizzera Italiana), presso la Hochschule der Kunst di Berlino e la Syracuse University di New York.  È membro della Internationale Bauakademie Berlin e Honorary Fellow dell'American Institute of Architects.  Nel 1993 riceve la Medaglia d'oro H. Tessenow ad Hannover della Fondazione Schumacher e il  Premio Nazionale Gubbio dell'ANCSA per l'attività nel campo del recupero. Dal 1997 apre lo studio di architettura a Firenze con Gabriella Ioli. Dal 1990 è Accademico nella classe di Architettura dell'Accademia delle Arti del Disegno a Firenze. È membro dell' Accademia Nazionale di San Luca dal 1999. Tra le opere realizzate si segnalano:  Cimitero di San Piero a Grado, Pisa 1986/94; Teatro Verdi, restauro, Arezzo 1992/95; Cimitero Urbano, con G. Ioli, Parma 1995/99; Complesso residenziale e servizi per studenti nel Campus universitario, con G. Ioli, Senigallia 1995/98; Restauro del Foro Annonario e degli ex -Macelli come Biblioteca Comunale e Archivio Storico, Fermo 1996/98; Terminal per autocorriere, Gavorrano 1999; Recupero dell'insediamento minerario di Ravi-Marchi; Guastalla (RE) 2001, Palazzo Ducale dei Gonzaga, Museo del Po e Biblioteca Comunale.

 

Link esterni:


 

Documenti online

L'Accademia è strutturata nelle tre classi di pittura, scultura e architettura, equamente rappresentate nei raggruppamenti degli Accademici Nazionali e Stranieri.
I novanta Accademici Nazionali sono eletti fra i pittori, gli scultori e gli architetti italiani.
I trenta Accademici Stranieri sono eletti fra gli artisti e gli architetti ovunque residenti. Alle tre classi si aggiungono quelle dei Cultori e dei Benemeriti. I trentasei Accademici Cultori sono eletti fra gli studiosi dell'arte e dell’architettura di ogni nazionalità, venuti in particolare fama.
I ventiquattro Accademici Benemeriti sono eletti fra le persone di ogni nazionalità, che si sono eccezionalmente distinte verso le arti e verso l'Accademia.
Complessivamente gli Accademici sono centottanta. La massima carica dell'Accademia, da sempre assegnata a rotazione a un esponente di ciascuna delle arti, fino agli statuti approvati nel 1812 era rappresentata da un Principe, affiancato nella sua attività istituzionale da due Consoli. L'ultimo Principe fu Antonio Canova. Dopo di lui, la carica fu modificata in Presidente.

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.