Mappa del Sito
News dall'accademia
18/apr/2012

Studi sul Settecento Romano
Presentazione volumi

 

Introduce e coordina
Francesco Moschini

 

Mercoledì 18 aprile 2012 alle ore 17.30, verranno presentati all'Accademia Nazionale di San Luca i volumi Collezionisti, disegnatori e teorici dal Barocco al Neoclassico, vol. I (2009); Collezionisti, disegnatori e pittori dall’Arcadia al Purismo, vol. II (2010); Palazzi, chiese, arredi e scultura, vol. I (2011) e quello, ancora in preparazione, Palazzi, chiese, arredi e pittura, vol. II (2012). Introdotti da Francesco Moschini, ne discutono Richard Bösel, Martine Boiteux, Michela di Macco, Francesco Solinas, con la partecipazione di Elisa Debenedetti. I quattro volumi  raggruppati due a due, trattano fondamentalmente di collezionismo e decorazioni di importanti casate romane: Albani, Colonna, Lante, Sforza Cesarini, Ruspoli, Massimo, Petroni, alle quali si affiancano famiglie di altre città collegate in qualche modo con Roma, quali  i Grimani, i Rasponi-Murat, i Riccardi, fino alle collezioni di gemme di Luigi XV e di Caterina di Russia.Sono anche analizzate le collezioni di privati, di pubblici Musei, di Biblioteche, le raccolte cardinalizie, fino alle collezioni di borghesi e di artisti: dai disegni romani di Filippo Castelli, di Giovanni Antonio Antolini nella Biblioteca Planettiana di Jesi e di Raffaele Stern per il Quirinale, all’album Sarti dell’Accademia Nazionale di San Luca; da quelli per mobili barocchi nella collezione Tessin del Museo Nazionale di Stoccolma, al foglio di Piranesi presso la Pierpont Morgan Library di New Jork per un soffitto di Palazzo Rezzonico al Campidoglio; dalle ‘Memorie sepolcrali’ di Filippo Juvarra, alle caricature di Pier Leone Ghezzi e di Carlo Marchionni divise tra la Biblioteca Vaticana e il Gabinetto Comunale delle stampe, ove si trovano anche quelle di Giuseppe Barberi; fino agli apparati di Giuseppe Valadier per la venuta degli Asburgo a Roma custoditi nella Biblioteca dell’Accademia Americana; e del figlio di Valadier Luigi Maria per il Colosseo, divisi tra l’Archivio di Stato e la Biblioteca Municipale di Besançon. Tra i cardinali collezionisti, Tommaso Ruffo e Carlo Agostino Fabroni, mentre Francesco Saverio Zelada è trattato come committente di Antonio Cavallucci e Giovanni Micocca per la decorazione di San Martino ai Monti. Tra gli artisti, Benedetto Luti e  Carlo Marchionni; infine la raccolta di Robert Fagan. Precisazioni e aggiornamenti di cataloghi riguardano pittori e disegnatori, quali Pietro Bianchi, Ludovico Mazzanti, Gaspare Serenario, Tommaso Maria Conca, Francesco Giangiacomo, Hubert Robert e, tra gli stranieri, Thomas Jenkins, Anton von Maron, Joshua Reynolds, Anton-Raphael Mengs; e scultori e argentieri, come Carlo Marchionni, Antonio Corradini, Giuseppe Ceracchi, Giovanni Paolo e Pietro Zappati.Per quanto attiene al volume attualmente in preparazione, esso comprende in particolare saggi sulle famiglie Taja, Ruspoli, Falconieri, Carafa di Belvedere, Lante a Roma e a Frascati, Cussida e Gavotti, Capponi; sulla decorazione egizia postpiranesiana della Villa Saffarona a Lucento (Torino); e ancora aggiornamenti pittorici su Plautilla Bricci, Gaspare Serenario, Michelangelo Cerruti, Marco Benefial, Andrea Locatelli, Elizabeth Vigée Le Brun; e scultorei, su Luigi Salimei. Contributi importanti riguardano l’architettura di Nicola Salvi, Ferdinando Fuga, Alessandro Galilei, Sebastiano Cipriani e Alessandro Specchi.
Maggiori informazioni sulla pagina web www.settecentoromano.altervista.org. 

Nella sala del Consiglio sarà esposta una Mostra bibliografica dedicata agli Studi sul Settecento Romano

Coordinamento di Ilaria Giannetti e Luca Porqueddu

 

> Video della presentazione sul Nam, Nuovo Archivio Multimediale

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.