Mappa del Sito
News dall'accademia
21/mar/2014

Gli amici per Alessandro Marabottini
uomo, studioso, collezionista

a cura di
Caterina Zappia
Stefania Petrillo
 
 
Giornata di Studi
venerdì 21 marzo 2014 | dalle ore 10.00
 
introducono
Carlo Colaiacovo, Francesco Moschini
coordinano
Francesco Moschini, Caterina Zappia
 
intervengono
Gioacchino Barbera, Marco Chiarini, Franco Faranda, Catherine Goguel, Larissa Haskell, Isabelle Julia, Sylvain Laveissière, Bert Meijer, Tomaso Montanari, Teresa Pugliatti, Pierre Rosenberg, Bruno Toscano
 
 
Mostra
venerdì 21 marzo - sabato 3 maggio 2014 | ore 10- 19
 
 
 
Esposizione di:
dipinti dalla collezione Marabottini - Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia: opere di Massimo Stanzione, Salvator Rosa, Arnold Böcklin, Anselm Feuerbach, Ruggero Alfredo Michahelles (RAM);
testimonianze della sua intensa attività culturale: opere, libri, manoscitti, fotografie, lettere, disegni di viaggio
 
 

Professore ordinario di Storia dell’arte medievale e moderna, prima a Messina e poi a Perugia, Alessandro Marabottini Marabotti è stato uno studioso internazionalmente apprezzato, vorace collezionista ed egli stesso disegnatore e pittore dilettante, oltre che viaggiatore, sportivo, editorialista e letterato. È stato infatti autore di romanzi (anche gialli) e membro della giuria del Premio Viareggio, ma soprattutto persona amabile ed amata per le sue doti intellettuali e umane: va qui ricordata la sua generosità di studioso e di uomo che, morendo, ha lasciato la propria ricca Biblioteca all’Università di Perugia e la propria collezione agli studenti della stessa Università, affidandone tuttavia la gestione alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Fiorentino di nascita, ma romano per elezione e interessi culturali, è stato un uomo schivo e modesto, che ricusò premi e riconoscimenti restando orgoglioso solo del ruolo di Accademico di San Luca (“come i pittori” soleva dire).

Proprio l’Accademia di San Luca oggi lo celebra, dedicandogli una Giornata di Studi alla quale partecipano studiosi italiani e stranieri che conobbero e apprezzarono Marabottini e la sua collezione. Le comunicazioni, infatti, includono non solo interventi di carattere più personale e ricordi concernenti la sua figura di Maestro e amico, ma anche contributi scientifici inediti che ne commemorino gli interessi di studioso e collezionista.

In occasione della Giornata di Studi viene organizzata una piccola mostra volta a esplicitare vari aspetti della personalità di Marabottini. Saranno infatti esposti alcuni suoi libri, accanto a manoscritti e opere inedite, fotografie o lettere, disegni, caricature di personalità e amici. Grazie alla generosità della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, figureranno in mostra anche alcuni dipinti della collezione Marabottini, due del Seicento (Massimo Stanzione e Salvator Rosa), due dell’Ottocento (Arnold Böcklin e Anselm Feuerbach) e uno del Novecento (Ruggero Alfredo Michahelles, ram), emblematici dei più cospicui nuclei della sua eterogenea collezione. La mostra, che resterà aperta dal 21 marzo al 3 maggio, si connota anche come un ideale completamento di quella dedicata allo studioso dalla Casa-Museo di Mario Praz, mostra che mette a confronto l’amore per il Neoclassicismo dei due collezionisti. La mostra del Praz, intitolata Gusto Romantico e interamente finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, inaugurata il 22 novembre 2013, verrà prorogata fino al 4 maggio per permettere di godere di entrambe le iniziative romane in onore di Marabottini.

 

> visualizza video interventi sul Nam

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.