Mappa del Sito
News dall'accademia
28/mag/2014

International seminar
Raili and Reima Pietilä

Unsettled Architecture

 

mercoledì 28 maggio | ore 16.00

 

 

Reima Pietilä (1923-1993) è uno dei maggiori protagonisti del Modernismo Nordico. La sua ricerca, condotta con la moglie Raili, si distingue fin dai primi passi per la volontà di sperimentare linguaggi alternativi a quelli del movimento moderno e del razionalismo internazionale. Il suo pensiero e la sua opera hanno posto a fondamento una acuta percezione della natura e l’attenzione delle relazioni che l’uomo sapeva costruire con il suo contesto. L’interesse della cultura italiana per la sua opera può ritenersi costante, a partire da Bruno Zevi, Manfredo Tafuri e Paolo Portoghesi. Tafuri lo ha assimilato a Jorn Utzon e Eero Saarinen, nella categoria della “opposizione neurotica all’International Style”. Pietilä è stato l’unico componente finlandese del Team 10. Da qui derivano gli stretti legami con Giancarlo De Carlo e la rivista «Spazio & Società».

Oggi c’è un rinnovato interesse per l’opera di Raili e Reima Pietilä da parte delle giovani generazioni di ricercatori.
La giornata di studio si propone di discutere l’attualità del messaggio e dell’opera del maestro finlandese, con un particolare interesse per le relazioni con l’Italia e con gli architetti italiani.

L’iniziativa è parte di un più ampio programma culturale che mira a promuovere – sotto la sigla di 'Nordic Talks / Conversazioni Nordiche' – nuovi studi sulle relazioni tra le cultura architettoniche dell’Italia e dei Paesi Nordici. 'Nordic Talks' è un progetto coordinato dall’Università Politecnica delle Marche con la Aalto University, il Royal Institute of Technology di Stoccolma, l’Istituto svedese di studi classici a Roma.

 

 

PROGRAMMA
 
16,00
 
Welcome
Paolo Portoghesi, President Accademia Nazionale di San Luca
Francesco Moschini, Secretary General Accademia Nazionale di San Luca
Petri Tuomi-Nikula, Ambassador of Finland
 
Introduction
Antonello Alici, Università Politecnica delle Marche
Aino Niskanen, Aalto University
Fabio Mangone, Università di Napoli ‘Federico II’
 
Pietiläabroad. Contextualapproach
Aino Niskanen, Aalto University
 
Pietilä and architectural debates
Kristo Vesikansa, Aalto University
 
ReimaPietilä: from the sketch to the architecture
Andrea Nastri, Università di Napoli 'Federico II'
 
The form in Dipoli
Moisés Royo Màrquez, Universidad Politécnica de Madrid
 
18,30
Discussion

 

video interventi sul Nam

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.