Mappa del Sito
News dall'accademia
30/nov/2015

Giornata dedicata a
GIUSEPPE MIANO 1935-2015
Uno storico dell'architettura

Lunedì 30 novembre 2015, dalle ore 10:00, l'Accademia Nazionale di San Luca  rivolge un omaggio al noto storico dell'architettura Giuseppe Miano recentemente scomparso, attraverso le testimonianze dei suoi amici, colleghi ed ex studenti. 

 
 
Introduce e coordina
Francesco Moschini
 
Intervengono
Francesco Pecoraro, Amerigo Restucci, Pierluigi Serraino,
Carlo Severati, Roberto Veneziani
 
 
Con una testimonianza di tre dei suoi ex studenti
Fabrizio Di Marco, Susanna Pasquali e Maurizio Ricci
 
 
 
Giuseppe Miano, laureato in architettura alla Sapienza, alla fine degli anni '60 è stato coinvolto da Manfredo Tafuri nel gruppo di giovani storici che avrebbe formato la celebre scuola dello IUAV di Venezia. Professore a Reggio Calabria, si è poi trasferito a Roma, presso la facoltà di Architettura della Sapienza, dove ha insegnato fino al 2005 Storia dell'urbanistica e quindi Storia della città e del territorio.
 
Vorace lettore e grande viaggiatore ha riversato la sua straordinaria cultura e intelligenza in ogni attività che ha intrapreso. La storia della città e delle trasformazioni che l'uomo ha apportato al territorio era il suo campo di ricerca elettivo, del tutto nuovo per l'Italia di quei tempi; per comunicare la complessità di tali fenomeni ha utilizzato un modo atipico e multidisciplinare, che prevedeva la lettura di testi letterari, l'attenta osservazione delle immagini d'epoca e talvolta anche l'ascolto di brani musicali. Nella sua attività didattica ha saputo trasfondere il suo insegnamento a più generazioni di giovani architetti. Anche in occasioni dei numerosi viaggi di studio da lui organizzati per alcune associazioni culturali, ha saputo comunicare ai partecipanti un analoga lettura integrata dei territori visitati.
 
Dietro ogni sua attività comunicativa vi era una ricerca approfondita attraverso studi e letture: ne è testimonianza il suo archivio, recentemente riordinato, composto di 152 faldoni. L’impressione che a noi lascia la sua consultazione è che questa minuziosa preparazione di ogni lezione e di ogni viaggio fosse spesso propedeutica alla sua strabiliante capacità di comunicare poi oralmente i risultati delle sue ricerche, con la verve e la capacità di coinvolgimento che tutti gli hanno sempre riconosciuto. In occasione della giornata in suo ricordo saranno esposti per la prima volta i contenuti di alcuni faldoni, per evidenziare la sua straordinaria metodologia di studio.
Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.