Mappa del Sito
News dall'accademia
18/mag/2017 - 27/mag/2017

L’abitazione “messa in scena”
PIETRO ASCHIERI (1889-1952)

Il 18 maggio 2017 l’Accademia Nazionale di San Luca aderisce alla VII Giornata Nazionale degli Archivi di architettura promossa da AAAItalia, e dedicata, per l’edizione 2017, al tema “Architetture degli interni, arredi e allestimenti museali nel Novecento italiano”.

A partire dalle ore 10.00 verrà presentata al pubblico l'esposizione L’abitazione “messa in scena”. Pietro Aschieri (1889-1952), una selezione di disegni a china elaborati negli anni Venti del Novecento dal progettista romano, esponente significativo della stagione architettonica tra le due guerre a Roma e in Italia.

Le opere, alcune delle quali già presentate nella sede dell’Accademia nel 1977 in occasione della donazione del fondo, costituiscono un’importante occasione per misurarsi con la cultura moderna dell’abitare a Roma; le soluzioni progettuali adottate permettono di identificare infatti una costante ricerca dell’architetto che appare sospesa tra gusto Decò e tensione modernista e riflette i desideri e le ambizioni di una classe borghese colta e raffinata.

Questa piccola esposizione non ha la pretesa di offrire una esaustiva ricognizione sull’opera progettuale di Aschieri, ma offre un significativo scorcio della sua produzione attraverso lo studio di soluzioni per uno spazio domestico elegante e attento alle suggestioni europee, e denota una cura compositiva dal sapore scenografico che ritorna nei suoi allestimenti successivi per le prime due edizioni del Maggio Fiorentino, per il Teatro alla Scala, per il Teatro dell’Opera di Roma, per l’Arena di Verona e per il Teatro Greco di Siracusa.

Il Fondo Pietro Aschieri è stato donato all'Accademia nel 1977 dalla sorella Clotilde ed è composto da circa 180 disegni, 240 schizzi, 1200 fotografie e un consistente apparato di corrispondenze e articoli di riviste. Il 30 settembre 1995 è stato dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per il Lazio.

L’Accademia è lieta dunque di riproporre per questa circostanza una parte della produzione di Aschieri che sintetizza e offre un’idea puntuale della sua opera nel campo dell’arredamento d’interni, portato avanti con una cura particolare, attenta a garantire un “allestimento domestico” che organizzi la quotidianità della vita anche in chiave scenografica.

L'iniziata è coordinata da Alberto Coppo per l'Accademia Nazionale di San Luca.

L'Accademia Nazionale di San Luca è socio fondatore di AAAItalia, Associazione Nazionale Archivi Architettura Contemporanea, e dal 2015 è membro del Comitato Tecnico Scientifico Organizzativo.

 

Informazioni

apertura mostra giovedì 18 maggio 2017  ore 10.00

visite guidate 11.00 - 13.00 - 16.00 -18.00

 

La mostra sarà visitabile sino al 27 maggio 2017

L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.