Mappa del Sito
News dall'accademia
04/ott/2017 - 04/set/2017

Presentazione
Lotus 162
"ARCHAEOLOGICAL PARKS"

Mercoledì 04 ottobre 2017 alle ore 18 l’Accademia Nazionale di San Luca e l’Editoriale Lotus, con il patrocinio dell’IN/ARCH, presentano l’ultimo numero di Lotus International “Archaeological Parks”, che indaga sugli intrecci fra paesaggio, architettura e archeologia.

La presentazione, che si svolgerà presso Palazzo Carpegna sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, approfondirà le tematiche poste con il contributo di alcune notevoli personalità. Daranno il loro apporto alla discussione Paolo Portoghesi (architetto, storico dell’architettura, Presidente Emerito dell’Accademia Nazionale di San Luca), Francesco Cellini (architetto, Vice Presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca), Francesco Rutelli (architetto, politico), Nina Bassoli (architetto, redattrice di Lotus), Pierluigi Nicolin (architetto, direttore di Lotus) e Francesco Moschini (storico dell’arte e dell’architettura, Segretario Generale dell’Accademia Nazionale di San Luca)

Prendendo le mosse dal viaggio in cinque parchi archeologici – la Valle dei Templi di Agrigento, il parco di Selinunte, il Parco degli Acquedotti di Roma, il Butrinto National Park in Albania e le rovine della città romana di Volubilis in Marocco – si finirà per mettere a fuoco numerose tematiche e figure volte a influire profondamente sul pensiero attuale dell’architettura. Tornando ad Agrigento si avrà la sorpresa di scoprire un antico giardino custodito dal parco archeologico; nella caduta delle gigantesche membrature dei templi dorici di Selinunte si assisterà a una lezione di anatomia dell’architettura; ripercorrendo le rappresentazioni che hanno costituito il mito della campagna romana rivedremo nel Parco degli Acquedotti un lascito di quel mito; nel liquido paesaggio di Butrinto i reperti archeologici contrastano il flusso del rapido divenire di quel territorio; al termine del  viaggio verso i resti della colonia romana di Volubilis si avrà l’incontro con le figure naturalistiche dei  mosaici di un mondo pagano  sopravvissuto nel contesto monoteista.

 

Si avvierà una discussione che potrà sconfinare oltre le consuete letture  strutturate intorno all’idea di bene culturale, in modo che il “viaggio” nei parchi diventi un’esperienza decisiva per un nuovo modo di intendere l’intero paesaggio italiano.

 

 

 

                                                                                     visualizza i video Nam

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.