Mappa del Sito
News dall'accademia
06/nov/2017 - 06/nov/2017

Presentazione
Pierre-Henri de Valenciennes (1750-1819): l’artiste et le théoricien

Lunedì 6 novembre 2017 alle ore 17:30 presso l’Accademia Nazionale di San Luca sarà presentato il volume Pierre-Henri de Valenciennes (1750-1819): l’artiste et le théoricien di Luigi Gallo, edito da L’Erma di Bretschneider, Roma 2017.

 

Introdotti da Francesco Moschini, Segretario Generale dell’Accademia Nazionale di San Luca, interverranno Francesca Cappelletti, professoressa di Storia dell’Arte Moderna all’Università di Ferrara e  Vicepresidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali del MiBACT, Carolina Brook, storica dell’arte e curator di mostre e libri, Matteo Lafranconi, Direttore del Complesso “Scuderie del Quirinale”, e, per un saluto istituzionale, Jérôme Delaplanche, Chargé de mission pour l'histoire de l'art all'Accademia di Francia a Roma, Villa Medici.

 

Interprete principale dell’arte francese a cavallo fra Settecento e Ottocento, Pierre-Henri de Valenciennes (1750-1819), fu pittore e teorico, celebrato dai contemporanei come il “David de paesaggio”.

Al centro dell’opera qui presentata uno studio basato sulla lettura delle testimonianze lasciate dall’artista, delle sue opere e del suo trattato, e su un esame dettagliato del contesto culturale che ne ha permesso e condizionato la formazione e la carriera. Diviso in due sezioni distinte, il volume, dopo aver tracciato le tappe salienti di una vita marcata dagli eventi rivoluzionari in un approfondito profilo biografico, che sottolinea le relazioni con Hubert Robert, Claude-Joseph Vernet, Jacques-Louis David, Quatremère de Quincy e il suo inserimento nell’istituzione accademica, passa ad analizzare la fortuna critica del pittore dal XIX secolo ai nostri giorni. La seconda parte si concentra invece su Valenciennes teorico dell’arte, con una lettura sistematica del suo seminale trattato  Élémens de perspective pratique, à l’usage des artistes, suivis de Réflexions et conseils à un élève sur la peinture, et particulièrement sur le genre du paysage, edito a Parigi nel 1800. Un capitolo, dedicato alla nascita e allo sviluppo della pittura en plein air fra Cinquecento e Settecento, permette inoltre un ragionamento a largo spettro sul genere del paesaggio nell’arte moderna. Dunque, un volume che accoglie e sistematizza più di tre secoli di tradizione artistica, tramandando quegli insegnamenti teorici e pratici che sono stati alla base del rinnovamento della pittura di paesaggio nel XIX secolo.

 

 

Luigi Gallo si è formato a Roma, presso l’Università La Sapienza, e a Parigi, dove ha conseguito un dottorato di ricerca all’Università Paris I Panthéon-Sorbonne. A Roma per diversi anni è stato titolare della cattedra di Architettura del Paesaggio; attualmente insegna Storia del Collezionismo archeologico presso la Scuola di Specializzazione in Patrimonio Archeologico dell’Università della Basilicata, con sede a Matera. I suoi lavori sono dedicati alla storia della pittura di paesaggio e dei giardini, all’architettura moderna e al collezionismo, alla teoria e critica d’arte del XVIII e XIX secolo, all’arte del primo Novecento e alla valorizzazione del patrimonio culturale. E’ l’autore di monografie e studi critici, e curatore di mostre, fra le quali La Nature l’avait créé peintre: Pierre-Henri de Valenciennes, 1750-1819 (Tolosa, 2003), Pompei e l’Europa, 1748-1943 (Napoli, 2015), Picasso e Napoli: Parade (Napoli, 2017), Amori Divini (Napoli, 2017). E’ consulente per la storia dell’arte presso Mondadori Electa.


 

 

                                                                                   visualizza i video Nam

 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.