Mappa del Sito
News dall'accademia
07/nov/2017 - 07/nov/2017

Reading performance
Jim Dine. House of Words

Martedì 7 novembre dalle ore 18,30 presso la Chiesa dei Santi Luca e Martina al Foro Romano, JIM DINE terrà la reading performance HOUSE OF WORDS.
L’artista interpreterà le sue poesie, tra cui The Flowering Sheets (Poet Singing), con Fabrizio Ottaviucci al pianoforte e Daniele Roccato al contrabbasso.
 
 
I flew to Kyoto.
I put oil together with pepper (a crime).
Don’t do it dear! Remember the wedding I insist you make woodcuts,
I’ve not seen yr photo yet I’m happy, you are free.
so Conte & Calvino will be on the ocean
with the boy who is busy with a person who
has always had the worst moments /
don’t exploit the friendship in case it’s necessary,
on these wonderful pages, please
don’t believe there is no problem.
I cut the wood myself / only I cut. and –
God’s wish and crying is easy before using colors.
blue or yellow raw pigment mixed with Tokio and Kyoto.
spread the gloves with soap, (not under the nails)
and my anguish to the point of realizing, I abandoned my
children for texture and brooding.
over the last decade,
my cerebral theme has been travel. Recently.
I spend my time performing biological preferences.
 
 
Jim Dine sin dal suo esordio ha subito conquistato un posto di primissimo rilievo all’interno della cultura americana e internazionale. Tra i primi a concepire e sperimentare l’happening, ha avuto della pittura un’idea aperta e inclusiva della realtà e dell’esperienza non solo quotidiana, presente all’ormai mitica Biennale di Venezia del 1964 dove esplose internazionalmente il fenomeno della Pop Art. Artista complesso, protagonista di stagioni creative segnate da una forte autonomia espressiva.
 
L’Accademia Nazionale di San Luca, nelle sale espositive di Palazzo Carpegna, sino al 3 febbraio 2018 ospita la mostra Jim Dine. House of Words. The Muse and Seven Black Paintings. La mostra è accompagnata da un catalogo bilingue (italiano/inglese).
 
 
 
Ingresso alla chiesa gratuito dalle ore 18:00
 
 
 
                                                                                  
Altri riferimenti

Ne parlano on line

Momento sera

Lazionauta

Aise.it

RomeCentral

 

 

  visualizza i video Nam

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.