Mappa del Sito
News dall'accademia
25/nov/2017 - 28/gen/2018

VISTIDAVICINO | deposito temporaneo dipinti

Il 25 novembre  2017 presso la Chiesa Collegiata dei Santi Giovanni e Andrea Apostoli di Canino (VT) sarà inaugurata la mostra VISTIDAVICINO | Deposito temporaneo dipinti, a cura dell’arch. Isabella Mariotti, organizzata dalla Parrocchia Chiesa SS. Giovanni e Andrea Apostoli, con il patrocinio dell’Accademia Nazionale di San Luca e dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio (ARSIAL).

 

In occasione dei lavori di consolidamento statico della Chiesa si è posto il problema di rimuovere temporaneamente dalla loro sede tutti gli arredi e gli apparati decorativi. La Chiesa progettata nel 1783 da Giuseppe Camporese accademico di San Luca conserva dipinti di artisti anch’essi membri dell’Accademia Nazionale di San Luca, testimonianza dell’alto livello raggiunto in ambito culturale a Canino tra XVIII e XIX sec., anche per la presenza di Luciano Bonaparte. Oltre alle tre pale d’altare di Domenico Corvi, Tommaso Conca, Marcello Leopardi commissionate appositamente per l’edificio, la quadreria contiene opere donate dalla famiglia Bonaparte come le tavole di Mariotto Albertinelli e di Domenico Alfani e la tela del Jean-Baptiste  Wicar, o provenienti da altre chiese caninesi per motivi di conservazione come le cinquecentesche tavole di Monaldo Trofi. Invece di imballare e spostare i dipinti in luogo protetto, si è pensato di mantenerli all’interno dell’aula isolando una navata laterale non oggetto di interventi, permettendo da una parte di salvaguardare le stesse condizioni ambientali nelle quali sono normalmente conservati e dall’altra di poterli osservare in modo particolarmente ravvicinato. Secondo la regola classica l’opera pittorica è concepita per essere guardata da un “ragionevole“ punto di distanza al fine di apprezzare compiutamente la bellezza e l’armonia della composizione; ma nel quadro si nascondono dettagli che arrivano a scompaginare il dispositivo della rappresentazione. Queste parti del quadro sono percepite soltanto se si guarda da vicino ed è così che molti capolavori, ripetutamente visti, si scoprono come visti per la prima volta e consentono di riconsiderare la “lettura” dell’opera. Il percorso di visita della mostra permette anche, attraverso due finestre ricavate nella parete temporanea in legno posta in fondo alla navata, di monitorare l’avanzamento dei lavori all’interno della Chiesa, curati dall’ing. Giuseppe Gasperini e dall’arch. Isabella Mariotti.

 

 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.