Mappa del Sito
News dall'accademia
18/dic/2017 - 19/dic/2017

Convegno
Sospendere l’effimero.
L’arte della festa in Europa tra Cinque e Seicento

Il 18 e il 19 dicembre 2017 presso l’Accademia Nazionale di San Luca si terrà il Convegno Sospendere l’effimero. L’arte della festa in Europa tra Cinque e Seicento organizzato da Accademia Nazionale di San Luca, EHPE e PSL (équipe HISTARA), a cura di Sabine Frommel, Juliette Ferdinand e Giulia Cicali.

 

L’arte dell’effimero presenta nella sua essenza un paradosso, se si paragonano i mezzi impiegati- dalla realizzazione meticolosa delle opere ai loro costi esorbitanti- con il suo carattere assolutamente transitorio. Tale contraddizione deve essere considerata tenendo conto del ruolo delle feste per cui nascevano tali creazioni: un ruolo fondamentale nella costruzione dell’immagine delle case regnanti, delle élites di governo, o ancora delle libere repubbliche che le promuovevano. Inoltre, le invenzioni messe in opera per il tempo di un’entrata trionfale o di una festa a palazzo, conoscevano spesso una seconda vita grazie alle incisioni, ai racconti, ai libri che le descrivevano minuziosamente nell’intenzione di «sospendere» l’effimero nel tempo e nello spazio.

Tale fenomeno è particolarmente evidente se si considerano le feste italiane e francesi, comparandole con quanto avviene in Europa (ad esempio in Spagna, Portogallo o Germania) tra XVI e XVII secolo; tema a cui intendiamo, appunto, dedicare questo incontro.

 Si tratterà di interrogarci sulle caratteristiche dell’effimero, sulle relazioni e le differenze esistenti tra le opere perenni e quelle destinate a scomparire, che potevano superarle in magnificenza; sui contesti nei quali nascevano queste manifestazioni, sui loro fini, sulle dinamiche che s’instauravano tra i committenti, gli artisti e il pubblico. Il ruolo del tempo è un ulteriore elemento costituente sul quale sarà necessario riflettere: che memoria rimane delle invenzioni destinate alle feste? Quali strategie venivano messe in opera per trasmetterla?

 

 

Programma

 

18 dicembre 2017

 

Ore 14.00   Saluti di Francesco Moschini, Sabine Frommel, Giulia Cicali,

                     Juliette Ferdinand.

 

L’arte della festa in Italia

Presiede Martine Boiteux (EHESSParis)

 

Ore 14.15   Marcello Fagiolo (Università Roma La Sapienza): La festa delle arti /

                      Le arti della festaL’Italia effimera tra  Manierismo e Barocco

 

                     

Ore 15.00   Emanuela Ferretti (Università di Firenze): Le fontane effimere per gli

                     ingressi trion-fali di   Carlo V e gli sviluppi delle   fontane marmoree

                     nella città del Cinquecento

 
Ore 15.45   Pausa

 

Ore 16.00   Simone Sirocchi (Università di Bologna): Catafalchi di carta. Il

                      castello di dolore a  Modena nella prima metà del  Seicento

                    

Ore 16.45   Eckhard Leuschner (Università di Würzburg): «Emblemata sacra

                     intercolumniis affixa». Effimere decorazioni emblematiche delle

                     chiese di Roma nel Cinque e Sei cento

 

Ore 17.30   Claudio Castelletti (Università Roma La Sapienza): Le «macchine del

                     mondo». Teatri  effimeri sull’acqua nella Venezia del ‘500

 

Ore 18.15   Discussione generale

 

 

 

19 dicembre 2017

 

L’arte della festa tra lItalia e la Francia

Presiede Marco Folin (Università di Genova)

 

Ore 9.15    Sara Tagliagamba (EHPE, PSL Paris): Apparati effimeri di Leonardo

                    alla corte di Francia

 

Ore 10.00   Sara Mamone (Università di Firenze): Progetti politici di lunga gittata

                     nell’entrata di Maria de Medici a Avignone

                     

Ore 10.45   Pausa

 

Ore 11.00   Vincent Droguet (Château de Fontainebleau): Le carnaval de 1564 à

                     Fontainebleau

 

Ore 11.45   Emmanuel Lurin (Università di Paris IV): Fontane di festa,

                     fontane di scena, fontane da  giardino: Tommaso Francini,

                      fontaniere e scenografo

                     

Ore 12.30   Giulia Cicali (EHPE, PSL Paris): «Regali apparati» per «felicissime 

                      nozze» - Arte  dell’effimero e celebrazione del potere a Firenze

                      in occasione dei festeggiamenti nuziali

 
Ore 13.15   Pausa

 

 

L’arte della festa in Europa

Presiede Sabine Frommel(EHPE, PSL Paris)

 

Ore 14.15   Juliette Ferdinand (EHPE, PSL Paris):  Sculptures à croquer. 

                      Des chefs d’oeuvres sucrés au service de la diplomatie

                      pendant la Renaissance

 

Ore 15.00   Péter Farbaky (Budapest History Museum): Feste e architettura

                     effimera in Ungheria nel XVI e XVII secolo

                     

Ore 15.45   Caroline Mang (Università di Wien): La fête visionnaire - Les deux

                     entrées triomphales de Frédéric-Guillaume Ier de Brandebourg

                     lors de ses succès pendant la Guerre de Scanie   

                           

Ore 16.30   Pausa

 

Ore 16.45   Rafael Moreira (Università Nova de Lisboa): Feux d’artifice et artifices

                     de feu au Portugal Baroque

                     

Ore 17.30   Felipe Serrano Estrella (Università di Jaén): Arquitecturas

                      reflejadas. Arte efímero en las   fiestas de consagración

                      de nuevos templos en la España del Seiscientos

                   

Ore 18 .15   Discussione finale

 

 

 

 

Per informazioni contattare:
juliette.fermo@gmail.com
cicali.giulia@gmail.com
presidenza@accademiasanluca.it

 

 

                                                                                     

                                                                                   

                                                                                       visualizza i video Nam 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.