Mappa del Sito
News dall'accademia
29/mar/2018 - 29/mar/2018

Incontro dedicato a
Renato Guttuso

Giovedì 29 marzo 2018 alle ore 17:30 presso Palazzo Carpegna, sede dell’Accademia Nazionale di San Luca, si terrà l’incontro dedicato a Renato Guttuso,  in occasione della mostra Renato Guttuso. L’Arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ’68, organizzata presso la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino. Dopo i saluti di Gianni Dessì, Presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca, introdotti e coordinati da Francesco Moschini, Segretario Generale dell’Accademia Nazionale di San Luca, interverranno Pier Giovanni Castagnoli, curatore dell’esposizione, Fabio Carapezza Guttuso, Presidente degli Archivi Guttuso e Elena Volpato, Conservatore della GAM.

 

Renato Guttuso (Bagheria, Palermo, 1911 – Roma, 1987) è stato una personalità di primo piano nell’arte italiana  del secondo Novecento e un attore di assoluto rilievo nel clima di fervente dibattito che si accese e sviluppò, dai primi anni Quaranta fino agli anni Cinquanta, tra due concezioni antitetiche dell’arte: tra un fronte che propugnava le ragioni di un’arte libera da sudditanze rappresentative, autosufficiente e autonoma nell’osservanza del primato dello specifico linguistico e un versante che sosteneva la necessità, estetica ed etica ad un tempo, di mantenere saldamente ancorato l’esercizio del mestiere e delle sue proprietà al rapporto con la realtà materiale delle cose e alla dimensione fenomenica della rappresentazione. Guttuso fu assertore appassionato e interprete convinto di questa seconda posizione e fu, al tempo stesso, l’artista che più di ogni altro, in misura profonda e coerente, si impegnò per l’affermazione di un’arte e di una cultura che fossero investite non solo di valore estetico, ma anche politico e civile.

La mostra è stata occasione di un approfondimento degli studi relativi a questo particolare aspetto della ricerca condotta dal pittore per circa un quarantennio, dalla fine degli anni trenta al 1975, raccogliendo una campionatura rappresentativa delle opere che più hanno interpretato la volontà di dare forma e sostanza a una pittura di impegno civile: dalla Fucilazione in campagna del 1938, con cui commemorò la fucilazione di Federico Garcia Lorca durante la guerra di Spagna al Documentario sul Vietnam del 1965, con cui denunciò le brutalità e le violenze compiute dalle politiche imperialiste nel sud-est asiatico, fino a Gli addii di Francoforte, con cui volle testimoniare la propria solidarietà verso le battaglie ingaggiate dai movimenti giovanili del Sessantotto. Tutte pagine di un catalogo che Guttuso ha tenuto costantemente aggiornato, per produrre un’arte sempre fortemente coinvolta con le questioni del proprio tempo 

La conferenza sarà occasione per presentare al pubblico i risultati di questo lavoro di approfondimento dal quale si evince uno stretto rapporto di necessità tra la ricchezza del repertorio espressivo della pittura di Guttuso e il suo costante esercizio di una sapiente scrittura critica e teorica con la quale seppe difendere e chiarire il proprio impegno per una pittura di ispirazione realistica e “popolare”.

L’incontro sarà anche occasione della prima presentazione del catalogo della mostra, in uscita per Silvana Editoriale. 

 

 

 

                                                                                    visualizza i video Nam 

 

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.