Mappa del Sito
News dall'accademia
15/gen/2013

Presentazione del volume
"Ierotopi cristiani
Le chiese secondo il Magistero"

di Tiziano Ghirelli

 

Coordina
Miriam Diez i Bosch
 
Intervengono
cardinale Luís Martínez Sistach, Arcivescovo di Barcelona
prof. Paolo Portoghesi, Presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca
arch. Roberto Cecchi, Sottosegretario del Ministero dei Beni e le Attività culturali
 

Sarà presente l'Autore

 

 

Martedì 15 gennaio 2013 alle ore 17.30 presso l’Accademia di San Luca si terrà la presentazione del volume di Tiziano Ghirelli “Ierotopi cristiani. Le chiese secondo il Magistero” edito dalla Libreria Editrice Vaticana.

Nel poderoso volume sono analizzate le tipologie degli edifici ecclesiali dai primissimi secoli della Chiesa fino ad arrivare a quanto, negli ultimi decenni, gli episcopati di diverse nazioni europee e americane hanno indicato come elementi indispensabili per la qualificazione del luogo deputato alla celebrazione rituale. È un percorso che prende in considerazione istanze teologiche e storiche degli spazi liturgici, in un momento storico come l’attuale in cui non mancano forti tensioni nell’ambito del “popolo di Dio” in merito a forme, apparati e luoghi cultuali. L’indagine e la riflessione e il conseguente processo conoscitivo parte proprio da queste dialettiche interne alla Chiesa per capire se e come, a mezzo secolo dalla grande riforma del Concilio Vaticano II, sono stati recepiti gli stimoli della Costituzione liturgica Sacrosanctum Concilium. La prospettiva perciò non vuole essere immediatamente teologica ma piuttosto legata al pensiero teologico ed ecclesiologico nel tempo e nello spazio attraverso le manifestazioni sensibili che ne sono espressione: quelle architettoniche e artistiche.

L’autore, mons. Tiziano Ghirelli, è presbitero della diocesi di Reggio Emilia. Direttore dell’ufficio diocesano beni culturali e nuova edilizia del Culto e del Museo Diocesano di Reggio Emilia è al presente membro del Comitato scientifico dell’Osservatorio Nazionale sull’Architettura dei Luoghi per la Liturgia. Ha al suo attivo docenze di livello universitario e saggi sul rapporto tra Arte e Liturgia.

 

> > video degli interventi sul NAM (Nuovo Archivio Multimediale)

Documenti online
L'Accademia Nazionale
di San Luca

"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.

 

Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.