Mappa del Sito
Sebastiano Conca
La Vergine Assunta e San Sebstiano
2013 - 2014
Restauro a cura di
ANTONIO RAVA
 
Lavoro diretto dalla Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Roma e del Lazio
Seguito dalla prof.ssa Angela Cipriani
 
Stato di conservazione
L'opera di fattura straordinaria si presentava offuscata da depositi di polvere e nerofumo  misti a vernici alterate che avevano tolto ai colori lo splendore originario.
Erano visibili in più punti macchiature dovute a percolamenti e deiezioni di volatili, con effetto di aggressione della materia originale sottoposta a prodotti acidi o basici di notevole impatto.
In qualche punto della grande tela misurante circa 15 metri quadri erano presenti cadute di pellicola puntiformi dovute a diverse azioni traumatiche sopravvenute nel tempo.
 

 

Non si sono notati difetti di planarità del supporto, dimostrando l'assenza di lesioni a carico della tela originaria e una condizione relativamente buona  di parametri termoigrometrici all'interno della chiesa dove sono conservati altri grandi dipinti ad olio su tela come il martirio di S. Lazzaro di Lazzaro Baldi, posto nella cappella omonima  nel lato destro della chiesa.

 
Interventi
L'intervento di restauro è stato realizzato sul posto, senza muovere la tela dalla sua collocazione, costruendo un ponteggio di servizio atto a visionare la tela agevolmente e a restaurarla puntualmente, previa documentazione fotografica delle condizioni attuali.
 
 
La pulitura è stata realizzata con metodi desunti dalla recente pratica del restauro, previo test di solubilità delle materie sovrapposte all'originale, avendo cura dì selezionare il solvente a minor polarità possibile privilegiando sempre miscele acquose  ai solventi organici e applicandole in sospensione per graduare l'azione  progressiva.
Al termine della pulitura la grande tela è stata sottoposta a verniciatura con resina sintetica inalterabile nebulizzata per garantire uniformità. Le piccole lacune sono state stuccate a gesso e colla e ritoccate ad acquerello e vernice, mentre i depositi organici sono stati analizzati e trattati con prodotti biocidi messi a punto in base alla ricerca realizzata allo scopo.
 
 
Notizie di tecnica di esecuzione e dei materiali utilizzati saranno desunte dalle indagini non distruttive messe a punto durante i lavori, redigendo al termine una scheda dettagliata e relazione di restauro con indicazioni delle operazioni svolte.
 
La documentazione visiva delle fasi di lavorazione
è in corso di aggiornamento >>>
 
opera restaurata
Documenti online
Conservazione
e Restauro
Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.