Mappa del Sito
il Guercino
Venere e Amore in un paesaggio
2013 dicembre - 2014 giugno
Restauro a cura di
LAURA CIBRARIO e FABIOLA JATTA
(Conservazione e Restauro)
 
realizzato grazie a un'erogazione liberale della
Banca Fideuram
 
 
 
Stato di conservazione
 
L'opera, resa un dipinto mobile su tela alla fine del XVIII sec., nasceva come un dipinto murale realizzato su di una base a fresco, sebbene il suo stato di conservazione prima dell'attuale intervento di restauro potesse farlo sembrare una tempera se non addirittura un olio. Questa porzione di affresco, che presenta una forma centinata negli angoli superiori, venne strappata e montata su di un supporto tessile poi teso su di un telaio ligneo viastensibile. La tecnica dello strappo, com'è noto, può provocare ingenti danni ad un dipinto murale; in aggiunta a ciò il dipinto del Guercino ha subito  diversi intervento di restauri e spostamenti nel corso degli anni. L'intervento più significativo risale agli anni Trenta del XX sec. quando l'opera giunse all'attuale sede dell'Accademia Nazionale di San Luca e subì un intrevento di rifoderatura. Questa travagliata storia conservativa giustifica l'attuale stato di conservazione del dipinto, che presenta diffusissime perdite e cadute di pellicola pittorica, deformazioni e slittamenti del colore,  stuccature ed estese ridipinture, alcune delle quali oggi alterate. Tutta la superficie pittorica risultava, prima del restauro, ingrigita tanto da trarre in inganno il visitatore che poteva facilmente scambiarlo per un dipinto ad olio su tela. Inoltre la presenza di un supporto elastico, come la tela, indubbiamente non restituisce al frammento la sua originale dignità di dipinto murale, né tantomeno ne favorisce la buona conservazione. Ogni sollecitazione meccanica, che può essere prodotta dall'elasticità della tela, si riversa automaticamente sulla pellicola pittorica, favorendo l'apertura di fessure e microfessure e la perdita di materiale.
I due lobi superiori erano trattati con una tinta neutra a tempera, direttamente sulla tela.
L'opera era racchiusa in una cornice assemblata in epoca recente, composta da una modanatura in legno dorato e dipinto.
 
 
Intervento di restauro
 
 
L'intervento di restauro ha riportato alla luce il dipinto del Guercino con tutta la bellezza e trasparenza di un dipinto realizzato ad affresco. Il rischio di trovare un'opera allo stato larvale, molto rovinata dallo strappo e dalla sua storia conservativa, ha imposto la realizzazione di una serie di indagini diagnostiche preventive all'intervento: riflettografia all'infrarosso e visione alla lampada di Wood, IR falso colore e sezioni stratigrafiche da microcampioni nonché un'estesa campagna fotografica. Tale campagna di indagini ha reso le informazioni necessarie sull'effettivo stato di conservazione del dipinto e ha suggerito una corretta metodologia sull'intervento di restauro.  Dopo una serie di mocrotest di miscele solventi, si è messo a punto un metodo di pulitura che si è esteso su tutta la superficie. Terminata la pulitura il dipinto è stato posto su di un piano orizzontale e interamente consolidato.
Quindi sono state rimosse le vecchie stuccature, e si è dato inizio ad un'estesa campagna di stuccature e microstuccature simili nelle componenti di base e nella granulometria all'originale.
Tutte le lacune stuccate e le abrasioni della pellicola pittorica sono state reintegrate con dei colori ad acquerello stabili della Windsor&Newton. Una volta terminato l'intervento di restauro si è deciso di non riapplicare l'antica cornice. A protezione del dipinto, avendo deciso di non procedere all'esecuzione di un nuovo supporto, si è ritenuto necessario realizzare un sotegno sul retro dell'opera.
 
 
 

 

Documenti online
Conservazione
e Restauro
Segnala questa pagina
© Accademia Nazionale di San Luca. Tutti i diritti riservati
Accademia Nazionale di San Luca
Piazza dell’Accademia di San Luca 77, 00187 Roma
Tel. 06 679 8850
Crediti del sito:
Responsabile e coordinatore Francesco Moschini
Concept e web design a cura di Valentina Ricciuti
Back end e formattazione a cura di Xaos Systems
Tutte le informazioni, pubblicazioni e immagini presenti in questo sito web sono di proprietà dell’Accademia Nazionale di San Luca, pertanto non possono essere né copiate né divulgate senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell’Accademia stessa. Qualsiasi uso non autorizzato dei testi e delle immagini sarà perseguito a norma di legge.